XVII secolo - RETE CIVICA DEL COMUNE DI CASSANO D'ADDA (MI)

città e territorio | storia | Sintesi di storia cassanese | XVII secolo - RETE CIVICA DEL COMUNE DI CASSANO D'ADDA (MI)

Alla fine del 1600 sorgono le chiese di S. Antonio, il Convento dei Cappuccini, la chiesa di S. Aquilino e Carlo. Sorge la villa Benzi (attuale oratorio maschile)affrescata dal Mariani. Si restaurano e si costruiscono le chiese di S. Dionigi, S. Ambrogio, Palazzo Barbò in piazza, villa sul Belvedere e Cusani, villa Mauri al ponte. Le ville a Cassano sorgono in seguito all'impulso dato dalle famiglie nobili milanesi che arrivano da noi in villeggiatura, come palazzi di campagna. Le ville conferiscono al borgo una nuova configurazione urbanistica espandendo il borgo che va allineandosi sulla via Milano e lungo il Belvedere, parallele alla Muzza, in ricerca di posizione panoramica. Dal Ricetto, il borgo esce dalle antiche mura che lo serravano in difesa, e si costituisce il quadrato contenuto in via Verdi, S. Dionigi, Veneto. Verso la Muzza sono distesi i giardini degradanti verso il canale al quale si accede attraverso sottopassaggi - Leon D'Oro osteria. Il Palazzo arcivescovile di Gropello con annesso oratorio di S. Antonio affrescato dai Fiamminghini.

< Torna al XVI secolo | Vai al XVIII secolo >

 

Torna alla sintesi storica